codice html esempio

Come diventare Web Designer: la mia esperienza

Chi segue il mio blog avrà notato l’ennesima mia scomparsa dalla piattaforma di WordPress. Stavolta, a mia discolpa posso dire che ho trovato il mio primo lavoro retribuito, proprio come web designer.
Personalmente svolgo anche altre mansioni, ad esempio gestisco direttamente il cliente e risolvo i problemi informatici dell’azienda, tuttavia ho ben chiaro il ruolo di web designer, che ricopro per la maggior parte del tempo.

Come ho fatto a diventare un web designer?

Non intendo raccontare la storia della mia vita. L’evento davvero importante riguarda l’apertura di questo blog nel settembre del 2018. Grazie a Imlestar, ho avuto modo di imparare a destreggiarmi nel mondo del web e del marketing, specialmente rispetto alla SEO. Sono diventato sempre più bravo, anche grazie ai miei studi universitari. La Laurea Magistrale in Comunicazione Pubblica e d’Impresa (COMPASS), all’Università degli Studi di Bologna, mi ha dato l’opportunità di lavorare sia per Unibo Motorsport, sia per la Redazione del Blog degli Studenti di COMPASS. In entrambi i casi, sono l’addetto alle gestione dei siti web.

Gestire un sito web non è semplice come pensavo: bisogna conoscere diversi linguaggi informatici e di programmazione, come il CSS, l’HTML e il Java Script, cioè il JS. Il JS è meno importante degli altri al giorno d’oggi, perché i siti web hanno dei temi e delle funzionalità talmente avanzate, specialmente grazie ai plugin, che il JS è implementato in modo automatico. Inoltre, il JS appesantisce notevolmente il sito web, rendendolo più lento al caricamento.

Il CSS è invece fondamentale, perché per compiere delle modifiche grafiche ai siti web non c’è un linguaggio migliore.
Questo tipo di conoscenze back-end non basta, servono anche competenze front-end, legate alla grafica. Ad esempio, bisogna sapere utilizzare programmi di editing foto e video. Inoltre, bisogna conoscere quantomeno le basi del web marketing. Che cos’è la SEO, come funziona e come applicarla all’interno dei propri contenuti. Altrimenti, anche i contenuti più belli del mondo non otterranno mai visibilità. Pertanto, non sottovalutate l’indicizzazione e la leggibilità delle pagine. Imparate a curare i contenuti delle pagine con attenzione: le parole chiave (query) i tag sono molto importanti.

Oltre alle capacità di gestione degli aspetti web, per diventare web designer è opportuno sapere utilizzare diversi software e programmi. Sicuramente padroneggiare gli strumenti offerti da Google, come Google Drive, ma anche il Pacchetto Office 365. Sarebbe opportuno anche avere delle competenze rispetto alla sicurezza informatica, alla gestione dei file.
Sapere utilizzare i comandi rapidi aiuta a velocizzare il lavoro e a svolgerlo meglio. Da questo punto di vista, potrete aiutare i vostri colleghi a risolvere i loro problemi e a facilitargli l’utilizzo degli strumenti informatici. A proposito di strumenti informatici, è bene conoscerne il più possibile. Oltre a ciò, è bene conoscere il funzionamento della rete. Che cos’è un indirizzo IP, un DHCP e così via.

È superfluo dire che durante il mio percorso ho avuto più bassi, che alti. Ho fatto tantissimi sacrifici, giornate intere spese a imparare da autodidatta milioni di cose. Ci sono tanti modi per raggiungere un obiettivo e ognuno deve trovare la propria strada. Per esempio, per diventare web designer non devi avere per forza seguito un certo percorso. Devi essere una persona sveglia, determinata, creativa e con un’elevata capacità di problem solving. Non sottovalutare la conoscenza della lingua inglese, visto che la maggior parte dei programmi informatici e dei linguaggi è proprio in inglese.

Ora vi faccio un elenco delle competenze che potrebbero esservi richieste per diventare web designer:

– Conoscenza di CMS, come WordPress.com, WordPress.org e Wix, con relativi strumenti quali i plugin e i temi.
– Conoscenza site tester, come Pingdom, GTmetrix e Page Speed Insights.
– Competenze SEO: tutti gli strumenti per webmaster come Google Search Console, Google Trends, Google Analytics. Inoltre, conoscenza di strumenti quali: linkbuilding, tag, meta tag, query e keywords.
– Conoscenza di HTML, CSS e JS.
– Competenze e-commerce.
– Conoscenze avanzate dei seguenti social: Facebook, Instagram, LinkedIn, specialmente dal punto di vista dell’analisi dei dati.
– Conoscenza avanzata di YouTube.
– Conoscenza avanzata del pacchetto Office 365.
– Capacità di utilizzo di programmi per editing video e foto, combinati all’utilizzo di piattaforme come Pixabay o Pinterest.
– Capacità di utilizzo di Canvas.
– Conoscenza base di XAMPP
– Conoscenza base di AutoCAD 2D.
– Conoscenza avanzata di Windows e macOS (gestione file, programmi, comandi…)
– Conoscenza dei Google tools (Drive, Fogli, Doc, Gruppi…).

Un ringraziamento particolare a Mariano Nerone per il suo aiuto, un fenomeno dell’informatica. Se fossi un’azienda non me lo lascerei sfuggire per nulla al mondo.

Se hai un sito web, ti consiglio di passare a SiteGround, la migliore piattaforma self-hosted al mondo

Articoli correlati:

Se non riesci a seguire il mio blog da WordPress, puoi farlo:

Al prossimo articolo!

21 comments

  1. Congratulazioni per il lavoro e per il tuo percorso in generale. E grazie per offrire anche a chi come me, povero incompetente su molti aspetti del web, dritte e suggerimenti mirati! 🙂

    Liked by 1 person

  2. Congratulazioni! Trovare un lavoro retribuito – in un periodo difficile come questo – non è per niente semplice! Sono contento che il tuo percorso professionale e di vita sia in questo modo giustamente valorizzato.

    Liked by 1 person

Rispondi

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: