shadowban Instagram

Shadowban Instagram: cos’è, test e come evitarlo

Ho deciso di fare questo articolo perché ho notato che c’è un po’ di confusione rispetto allo Shadowban di Instagram su Internet.

Intanto, cos’è lo Shadowban su Instagram?
Come si può intuire dal termine inglese, si tratta di un post di Instagram che viene oscurato dalla visione degli utenti solamente tramite, lo sottolineo mille volte, gli hashtag (#).
Quindi il post non viene nascosto agli utenti di Instagram, semplicemente non sarà trovabile nel feed dei rispettivi hashtag o lo sarà per pochissimo tempo.
Ovviamente quando di mezzo ci sono dei profili aziendali, (nel link troverete la guida di Salvatore Aranzulla su come trasformare il vostro profilo Instragram in un profilo aziendale) di influencer, come di aziende vere e proprie, un post bannato è un danno economico potenzialmente immenso.
Nei restanti casi non è niente di drammatico.

Prima di spiegare come evitare lo Shadowban su Instagram spiego perché accade.
Contrariamente a quello che ho letto in giro, lo Shadowban è un banalissimo anti-spam che tutela Instagram dagli utenti fake e da quelli che intasano i feed altrui.
Inoltre lo Shadowban è un modo per rendere democratico l’utilizzo di Instagram stesso.
Pensate se ogni utente pubblicasse 40 post al giorno, con 30 hashtag ciascuno.
I feed sarebbero monopolizzati e intasati ogni oltre misura.

Perciò, state tranquilli: se Instagram banna un vostro post o più di uno non siete perseguitati dalla piattaforma, state semplicemente pubblicando troppi contenuti.
Instagram non vi ha preso di mira, si sta tutelando da voi.
Ovviamente questo meccanismo di difesa è attuato da un algoritmo, che non è immediatamente in grado di riconoscere un bot o un account fake rispetto a un semplice utente. Quindi, blocca i contenuti sia di uno che dell’altro.
Non appena l’algoritmo capisce che l’utente non sta facendo niente di male, che ha solo esagerato a pubblicare troppi contenuti, il ban viene tolto e i post successivi tornano ad acquisire visibilità. Il post bannato invece non acquisirà visibilità.

Insomma, un ban non è niente di drammatico, non compromette il vostro account, è come se fosse una piccola penalità per una vostra “trasgressione”.
Anche a me è capitato di avere un post shadowbannato sulla mia pagina Legends Of Arda.
Il motivo è semplice: stavo pubblicando troppi post.
Sulla pagina pubblico quasi sempre un post al giorno (consiglio di non eccedere questo numero, il che significa all’incirca un totale di 300 post all’anno, che è tanto).
Quando ho provato a fare il furbo pubblicando due post, uno dei due o entrambi sono stati oscurati.

Non c’è una legge matematica per cui superando un certo numero di post al giorno si è sicuramente shadowbannati. Così come non è detto che pubblicando una marea di post al giorno si sia automaticamente bannati.
Sicuramente maggiore è il numero di post pubblicati giornalmente, maggiore è la possibilità che siano oscurati per più o meno tempo.

Veniamo ora al test. Ho trovato diversi articoli che promettevano test miracolosi per capire se i propri post sono stati oscurati.
Vi consiglio di non fare mai uno di quei test, perché hanno un’attendibilità pari a zero (lo ammettono gli stessi detentori dei test con diversi rigiri di parola) ed entrano in possesso di tutti i vostri dati. Insomma, fate prima a regalare la vostra privacy che a fare un test per lo Shadowban di Instagram.

Il metodo più efficace per capire se un vostro post è stato shadowbannato è il seguente: se avete un profilo aziendale o similari (sicuramente non è possibile farlo con il personale), basta controllare le statistiche del post incriminato.
Se usate più o meno sempre gli stessi # (e vi consiglio di farlo), sarà facile capire se un post è stato bannato. Infatti, nei dati statistici alla voce “Impression dagli Hashtag” vi accorgerete che il numero è bassissimo, incredibilmente inferiore al resto degli altri post. Significa che il post è stato bannato e non potete farci niente. Quel post è bruciato, pazienza, capita.

Prima di lasciarvi ci tengo a ribadire che non è possibile conoscere il funzionamento dell’algoritmo di Instagram per lo Shadowban.
Potrebbe capitarvi, in casi davvero malaugurati, che un normalissimo post venga bannato. A me è capitato solo quando ho esagerato a pubblicare, ma non si sa mai.
Sicuramente controllare regolarmente le statistiche dei vostri post è un ottimo metodo per essere al corrente sul loro rendimento.

Vi consiglio anche la lettura di questi miei articoli:

Perché l’hashtag follow for follow è inutile

Come fare link building: guida SEO

Robocalls, come riconoscerle e cosa evitare?

Cos’è e come funziona LinkedIn – tutorial

Se non riesci a seguire il mio blog da WordPress, puoi farlo:

Al prossimo articolo!

Written by Federico Aviano

Sono nato nel 1996 e da sempre nutro una forte passione per la scrittura. Sono laureato in Scienze Politiche Sociali e Internazionali, curriculum di comunicazione, all'Università degli Studi di Bologna, dove attualmente frequento il primo anno di laurea magistrale in Comunicazione Pubblica e d'Impresa. In particolare, faccio parte della Redazione Web del Corso, dove, oltre a pubblicare diversi articoli, gestisco il sito web. Da ottobre 2019 lavoro come Marketing Division Assistant per UniBo Motorsport, MotoStudent, Formula SAE Team. Anche in questo caso mi occupo particolarmente dello sviluppo e della gestione del sito web. In poche parole, amo il marketing e le sue applicazioni, specialmente quelle legate al mondo digitale, dove ho avuto il piacere di immergermi. Il mio sogno nel cassetto è invece pubblicare la mia saga fantasy, dove gli Imlestar, un popolo da me inventato, sono i protagonisti. Da qui il nome del blog.

2 comments

Rispondi

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: