Il Trono di Spade 8 mi è piaciuto – recensione

Posted by

Per chi non avesse ancora visto l’ultima stagione o l’ultima puntata di GOT, questo articolo contiene SPOILERS.

Detto ciò, sono rimasto impressionato dalla quantità di commenti negativi nei confronti della serie. Non ho ancora letto niente in merito su WordPress, come avrete visto sono rimasto inattivo per un po’ a causa di impegni universitari, ma immagino che anche qui la serie non sia piaciuta.
I motivi per cui le persone sono insoddisfatte sono vari: il finale, i personaggi, la trama…

Io credo invece che la serie sia stata sviluppata al massimo delle sue possibilità ed ora vi spiego perché.
Innanzitutto pochi sanno che a causa delle Brexit la serie ha perso i fondi stanziati dall’Unione Europea, quindi tanti soldi.
Non è un caso che la settima e l’ottava stagione di GOT abbiano meno episodi.
Certo, durano di più, ma costa meno produrre sei puntate piuttosto che dieci.
Dietro a questa scelta non ci sono solamente problemi economici, ovviamente, ma sono un fattore importante.
Rispetto alle sei puntate dell’ottava stagione, avevo quindi tutto chiaro già dall’inizio:

  • Prima puntata–> introduzione.
  • Seconda puntata–> introduzione alla battaglia contro gli Estranei.
  • Terza puntata–> battaglia contro gli Estranei.
  • Quarta puntata–> introduzione alla battaglia contro Cersei.
  • Quinta puntata–> battaglia contro Cersei.
  • Sesta puntata–> conclusione.

Era la scelta più logica, non capisco perché i fan siano stupiti da questa suddivisione e mi stupisco anche che critichino le puntate fra le battaglie, dove “non succede niente”.
A parte che non è così, inoltre due puntate interamente occupate da scontri, su sei, saranno costate una cifra incommensurabile.
Considerate che la battaglia finale di Avengers Endgame, una produzione che ha a disposizione un budget immenso, è durata una mezz’ora.

Quindi, di cosa ci stiamo lamentando?

Ora, siamo tutti d’accordo che serviva una stagione in più per concludere al meglio le cose. La settima e l’ottava hanno avuto un’accelerazione improvvisa, è cambiato proprio il modo in cui GOT veniva presentato.
In molti parlano di fan service, dicono che la sceneggiatura è scesa di livello per accontentare la plebe, inesperta di serie tv.
Non lo credo affatto. Io credo che la sceneggiatura abbia cambiato ritmo perché costretta. Poi è ovvio che a tutti non possono piacere le stesse cose. Anche io avrei preferito che alcune scene venissero rimosse e avrei preferito più attenzione su altre.

Ma il punto fondamentale affinché una serie sia considerata quanto meno accettabile è la coerenza.
E l’ottava stagione di GOT è coerente.
Nel dettaglio, molti hanno criticato Daenerys che “sbrocca” all’improvviso.
Non è proprio così. Come ha detto anche Tyrion, l’indole di Daenerys è sempre stata spietata, solamente che nelle stagioni precedenti era giustificata dal fatto che le stragi che compiva erano contro individui malvagi.
Rispetto alla battaglia di Approdo del Re, è comprensibilissimo che abbia deciso di radere al suolo la città.
Per Daenerys, essa rappresenta il mondo che ha sempre desiderato distruggere, quello del passato. Lei odia il suo passato, vuole costruire un mondo migliore ed è convinta che il modo giusto sia cancellare il passato stesso, in questo caso, radendo al suolo la città.
Inoltre, i Lannister e i cittadini di Approdo del Re non si sono arresi da subito, hanno capitolato una volta che la battaglia era persa.
Daenerys aveva già offerto loro la possibilità di arrendersi e di redimersi, ciò che ha avuto in cambio è stata la testa della sua unica amica.
Come se non bastasse, la Flotta di Ferro ha ucciso uno dei suoi draghi e Jon Snow è in realtà il legittimo erede la trono.
Voi sareste stati calmi e buoni al suo posto?
Rispetto alle critiche che accusano gli sceneggiatori di avere improvvisato in merito a questa faccenda, sono smentite dal fatto che alcune stagioni fa (non mi ricordo esattamente quando), Daenerys ha avuto una visione di ciò che sarebbe successo ad Approdo del Re, senza comprenderne il significato.
Nell’ultima puntata abbiamo visto perfettamente quella scena che era già stata anticipata, di conseguenza, era già tutto deciso da diverso tempo.

Chiarisco che gli sceneggiatori non sono degli dei per me, ci sono comunque alcune inesattezze, degli errori.
Ad esempio, è inaccettabile che nella battaglia contro gli Estranei il piano sia mandare la cavalleria alla carica contro un nemico invisibile, lasciando inoltre le macchine d’assedio fuori dalle mura di Grande Inverno. Anche un infante capisce che non ha alcun senso.
Per non parlare degli Immacolati e dei Dothraki immortali. Sembrano morti tutti o quasi in diversi momenti, invece si scopre che ce ne sono ancora migliaia.
Questo è un gravissimo errore, così come lasciare in vita nella battaglia di Grande Inverno guarda caso tutti gli eroi, circondati da centinaia di non-morti che non riescono ad ucciderli.
Insomma, gli Estranei hanno sterminato gli Immacolati, ma non Sam.
Qualcosa evidentemente non torna.

Tuttavia mi fa ridere che questo tipo di errore, assai grave, sia passato in sordina rispetto alle scelte di trama ingiustamente criticate fino al midollo.

Ad esempio, un fatto che ha destato stupore è stato il cambiamento repentino di Jamie Lannister, che ha abbandonato Brienne per tornare da Cersei.
A tutti coloro che hanno criticato questa scelta pongo questa domanda: siete davvero capaci di cambiare nel giro di poco tempo? E soprattutto, siete così puri di cuore, non avete scheletri nell’armadio?
Jamie ha passato una vita fra i Lannister, ha amato a dismisura sua sorella, ha avuto dei figli con lei. L’ha sempre messa in primo piano e ha compiuto gesti orribili per sé stesso e per lei.
Ma ha deciso di abbandonarla momentaneamente per proteggere il mondo dei vivi, quindi anche lei.
E conscio della potenza di Daenerys, ha ancora una volta preferito Cersei a tutto il resto. La ama alla follia, la sua fine rispecchia il suo personaggio.
Vi aspettavate un Jamie che rimane al Nord con Brienne e che torna ad Approdo del Re per uccidere la persona che più ha amato in vita sua?

Ora veniamo a Jon Snow, forse il personaggio più criticato di questa stagione.
La principale accusa è quella di essere un sottone, di essere un pupazzetto manovrato da Daenerys, che viene adulata da lui.
Innanzitutto il fatto che l’abbia uccisa smentisce questo ragionamento.
In seguito, Jon è sempre stato un uomo d’onore e un amante delle donne.
Ha mantenuto lo stesso comportamento sia cosa nei confronti di Daenerys, sia nei confronti di Ygritte.
Infatti, Jon si è trovato in una posizione assai scomoda: lui sapeva che l’amore nei confronti di Ygritte era sbagliato, perché era una Bruta. Allo stesso modo, Daenerys è sua zia, il suo amore rimane sbagliato nella sua testa.
Inoltre, Jon nel primo caso è al servizio dei Guardiani della Notte, nel secondo, serve la sua regina.
In entrambi i casi, decide di fare la cosa giusta.
Quindi salva la vita a Ygritte, perché non gli ha fatto alcun male, anzi e non la vede come nemica. Mentre uccide Daenerys perché è diventata un pericolo. Come gli ha suggerito Tyrion, lui stesso poteva essere condannato a morte per tradimento in futuro, visto che Daenerys temeva la sua vera identità.
Jon è stato quindi un personaggio assai forte, forse quello che nella saga ha preso le decisioni più difficili.
Direi proprio che non è un sottone, anche perché ha deciso di dire la verità rispetto alla sua identità ai suoi “fratelli”, nonostante Daenerys gli avesse pregato di non farlo.
Jon fa sempre la cosa giusta e alla fine questo suo modo di comportarsi lo ha portato dove appartiene realmente, cioè oltre la Barriera.
Secondo voi è un caso che Spettro, un animale che appartiene al nord più estremo di Westeros, gli sia così fedele e affezionato?

Ora intendo concludere l’articolo per non renderlo troppo lungo, anche se ci sono tantissime altre cose da dire, le quali probabilmente verranno sviscerate nei commenti oppure in articoli successivi.

Veniamo dunque a Brandon Stark, il nuovo sovrano di Westeros e a tutte le critiche che sono state riservate a questa parte del finale:

  1. Ci sono volute otto stagioni per capire che il sistema politico di Westeros non funzionava e che la monarchia ereditaria non fosse la soluzione?
    Sì, noi ci abbiamo messo millenni per capire che la democrazia è la forma migliore di governo.
  2. In due secondi i membri del Consiglio decidono che sia giusto cambiare forma di governo, è normale?
    Sì. Basta guardare chi compone il nuovo Consiglio dei Sette Regni. I personaggi più importanti hanno le stesse idee, sono coesi (Tyrion, Sansa, Arya, Bran, Sam, Davos, Brienne), sono la maggioranza. Gli altri sono deboli di carattere, era ovvio che accettassero le condizioni proposte da Tyrion.
    L’unica cosa che mi ha dato fastidio è stata la scelta di rendere passiva Yara. Ella ha sempre dichiarato di volere le Isole di Ferro indipendenti e quando Sansa ha richiesto l’indipendenza del Nord (che ha senso, il Nord l’ha sempre voluta), lei non ha mosso un dito. Questo è sicuramente un errore ingiustificato.
  3. Bran non ha mai voluto il potere, ha anche rifiutato di diventare il Signore di Grande Inverno, eppure ha accettato un ruolo assai più importante.
    Esattamente. Bran si è reso conto che era l’unica soluzione, nonostante preferisse altro per la sua vita. Che lo abbia previsto grazie ai suoi poteri non si è capito e potevano farcelo capire, in effetti. Resta il fatto che la sua decisione è più che comprensibile. Si è “sacrificato” per un bene più grande.
  4. Bronn Maestro del Conio non si può vedere.
    Sono abbastanza d’accordo. Tyrion ha pagato il suo debito di Alto Giardino, rendendolo signore di quelle terre, ma non si è mai parlato di altro.
    Tuttavia, Bronn è adatto a ricoprire questo ruolo. Ha sempre il denaro in bocca, se ne intende ed è scaltro. Anche questo può avere senso.

In conclusione, penso che la trama dell’ultima stagione sia coerente con quelle passate e che fosse stata già pensata da tempo (ci sono diverse allusioni che mi fanno pensare a questo, come il flashforward).
Credo che alcune idee avute dagli sceneggiatori siano risultate funzionali per sbaglio, non credo infatti che abbiano pensato esattamente quello che ho pensato io per fare tornare tutto.
Ci sono comunque dei gravissimi errori di concetto, come quello degli Immacolati che muoiono e rispuntano senza senso.

Penso che ognuno di noi ambisse a un finale diverso e personalizzato rispetto ai nostri interessi, ma è impossibile accontentare tutti.
Questa non è la mia stagione preferita del Trono di Spade, ma da qui a fare delle petizioni per modificarla ce ne vuole!

Al prossimo articolo e credo, dopo il finale, alla prossima stagione di GOT!

32 comments

  1. Ho evitato di leggere l’articolo perché non avendo visto ancora la serie non voglio rovinarmi la sorpresa. Ciò che mi ha lasciato stupito, tuttavia, è stato l’eccessivo scoramento dei fan di cui hanno parlato i vari mezzi di informazione…a me sembra piuttosto normale (e qui parlo in generale, non in riferimento a GOT) che le idee non possano essere sempre all’altezza della situazione e che possa esserci una flessione…poi i finali si sa che sono la parte più difficile da scrivere!

    Piace a 1 persona

    1. Parole sante.
      Purtroppo molte persone sottovalutano il ruolo dello scrittore, in questo caso, di sceneggiatore.
      Non sanno ad esempio che una storia la puoi amare per i suoi contenuti, non per il finale, sono quelli che ti appassionano.
      Il finale ti può lasciare deluso o felice, ma non importa.
      L’esempio più noto che posso fare riguarda proprio Tolkien, il nostro beniamino.
      Quando gli Hobbit tornano nella contea sono assai malinconici (una volta finita la diatriba con Saruman), sanno che l’avventura é finita e sono profondamente tristi.
      Il finale di GOT mi ricorda molto quello del Signore degli Anelli, che mi ha lasciato malinconico a mia volta.
      Ma non per questo é un brutto finale, é semplicemente il finale.
      Per quanto riguarda quello di GOT, si sente che é mancato Martin, ma é anche colpa sua che é entrato in qualcosa più grande di lui ed é rimasto indietro con i libri

      Piace a 1 persona

      1. Concordo con quanto scrivi: la mancanza di Martin nella sceneggiatura può aver avuto delle influenze sulla qualità del prodotto, tuttavia credo che difficilmente un fenomeno di costume di massa come GOT possa avere una conclusione in grado di piacere a tutti…qualcosa del genere era già accaduto con un altro fenomeno mediatico di massa come lo fu qualche anno fa Lost.

        Piace a 1 persona

  2. Approfondiró gli aspetti che non ho gradito nel post di domani, ma intanto ti lascio un breve commento qui sulla mia opinione generale.
    Intanto mi complimento per il post perché è davvero curato e analizza gli aspetti che molti fan hanno criticato, alcuni dei quali io compresa.
    Io dividerei la stagione in due parti per quanto riguarda il mio gradimento.
    La prima parte (8×01-8×02-8×03) mi è piaciuta molto.
    L’attesa, l’arrivo di Daenerys al nord, i vari incontri tra i personaggi, per poi arrivare alla puntata dedicata al Night King e alla sua sconfitta sono stati dei momenti davvero ricchi di pathos.
    Seppur molti abbiano criticato la 8×03, a me è piaciuta parecchio.
    I problemi sono arrivati con la parte finale della 8×04 e con Jaime che lascia Grande Inverno per tornare da Cersei.
    In realtà mi aspettavo che non tornasse più da lei (non dimentichiamoci che lei ha mandato Bronn a uccidere i suoi fratelli a Grande Inverno) perché per l’intera serie ci hanno mostrato il cambiamento di Jaime. E poi all’improvviso è tornato di nuovo l’uomo legato alla sorella, una sorella che lo voleva uccidere. È come se tutta la sua evoluzione fosse stata vana.
    Ho davvero creduto che l’avrebbe pugnalata nella 8×05 e invece… nulla.
    Per quanto riguarda Jon mi è spiaciuto che la sua identità non sia in fin dei conti servita a nulla. È rimasta una semplice informazione che non ha davvero influito sulla trama.
    Non è nemmeno stata nominata la questione Azor Ahai, il principe che fu promesso.
    E Bran lo spezzato sul trono non mi ha dato nessuna emozione.
    Il suo personaggio è stato troppo trascurato questa stagione a mio parere.
    Comunque non mi dilungo troppo perché come ti dicevo farò un articolo a parte dove approfondiró tutti i punti che non ho gradito.
    Però per quanto riguarda la questione budget, pare che in realtà agli Showrunner fosse stata offerta la possibilità di una stagione completa da HBO, ma abbiano preferito mantenere le 6 puntate.

    Piace a 1 persona

    1. Intanto grazie per il commento, assai preciso.
      Partendo dalla fine, purtroppo le logiche economiche di produzione non le possiamo conoscere fino in fondo.
      Sarebbero davvero stupidi a tirare via l’ultima stagione della saga più seguita al mondo apposta. Per cosa poi?
      Quindi è un’ipotesi che scarterei a priori.
      Per il resto, hai ragionissima su Azor Ahai, è un altro errore.
      Mentre Bran ha molto senso come re, è, come ha detto Tyrion, la storia dell’umanità e non può avere figli.
      Inoltre, è saggio, conosce ogni casato a menadito sia perché lo a studiato, sia perché conserva la memoria degli eventi passati. Lui è quindi in grado di capire gli errori del passato come nessun altro.
      Rispetto a Jaimie, Cersei non sapeva che Jaimie fosse andato a combattere per i vivi, senza giurare fedeltà agli Stark o a Daenerys. Infatti, ciò non accade mai.
      Per questo ci sta che lo voglia morto e quando lo rivede ad Approdo del Re capisce che lui è davvero innamorato di lei e la terrà al sicuro fino alla fine.

      Piace a 1 persona

      1. Non so, per Jaime forse è più una delusione personale perché ero davvero convinta che amasse Brienne e avesse deciso di stare con lei.
        Non riesco ad accettarlo ahaha

        Per Bran sono rimasta delusa, non me l’aspettavo, anche perché aveva detto che governare non era per lui e che lui preferiva vivere nel passato o qualcosa del genere. E mi sembra insolito che abbia semplicemente accettato di diventare Re e gli altri abbiano acconsentito.

        Piace a 1 persona

      2. Ti confesso che avevo capito le intenzioni di Jamie da parecchio tempo, per questo non sono rimasto sorpreso, anche se mi é dispiaciuto per Brienne.
        Brann credo abbia accettato malvolentieri, pur consciamente.
        Non gli piace il potere, ma ha pensato che fosse l’unica soluzione possibile, vista la situazione. E ha senso 😄

        Mi piace

  3. Capisco cosa vuoi dire e in parte sono d’accordo, ma a me proprio non è piaciuta. Il problema, come in tanti hanno detto, non è cosa succede, ma come: tutto è superficiale, sbrigativo, raffazzonato per chiudere in fretta e furia quella che comunque è la serie più importante del decennio. Non mi basta che tu mi dia una conclusione, voglio che sia anche fatta a modo, e in questo, secondo me, gli autori hanno fallito.
    Daenerys. Sono d’accordo, la svolta era prevedibile, ma conitnuo a trovare out of character il fatto che abbia sterminato migliaia di persone innocenti. Lei ha sempre riversato la sua violenza contro i padroni, i malvagi, mai contro gli oppressi, e non importa quanto sia incazzata, per me è una cosa ch enon avrebbe fatto; piuttosto accanisciti su Cersei, ma non dai fuoco all’unica cosa che hai sognato di avere per tutta la vita!
    Jon per me alla fine nessuno sapeva più bene cosa farsene, perché in questa stagione a parte accoltellare Daenerys non fa nulla di decisivo! Mi domando se fosse proprio per questo che Melisandre lo aveva riportato in vita, ma mi sento di escluderlo. Tutta la storia di Azor Ahai è finita nel dimenticatoio, che tanto chissene, c’abbiamo i draghi che bruciano la gente.
    Sono d’accordo che abbia tutto una sua coerenza di fondo, l’ho scritto anche nell’articolo che uscirà domattina, ma per me Game of Thrones è stato un progetto narrativamente fallimentare.

    Piace a 1 persona

    1. Purtroppo anche io ho avuto l’impressione che gli autori abbiano affrettato un po’ le cose, ma cosa sia accaduto realmente non lo sapremo mai. Nonostante i buchi di trama, come hai giustamente detto, la storia é coerente.
      Per quanto riguarda Daenerys io sono convinto della sua linearità anche rispetto ai cittadini di Approdo del Re. Lei non li vede come innocenti, ma come strumenti della famosa Ruota da spezzare. Li vede fedeli a Cersei e schiavi del meccanismo che intende distruggere.
      Liberare città di cui non sai niente é ben diverso da conquistare la città che incarna il male per te.
      Per questi motivi trovo assai coerente il comportamento di Daenerys.
      Il fatto che potessero fare più stagioni, come suggerito dal Cek, mi rattristisce molto.
      Non parlerei di fallimento, quanto di gran peccato.
      Non vedo l’ora di leggere il tuo articolo comunque, sono curioso 😁

      Mi piace

  4. Sul fatto che la storia – a dirla – sia coerente penso nessuno trovi da ridire. Sul come si sia arrivato a questo finale c’è da ridire.
    Martin e altri hanno comunque fatto capire che dipendeva da attori e sceneggiatori e non dal budget. Tra l’altro hanno fatto episodi costosissimi. Bastava fare più episodi con meno Cgi per riuscire a narrare il tutto meno freneticamente.
    Ho letto vari articoli con cui concordo e il punto è uno: si sono forzate le regole della narrazione e della credibilità narrativa per arrivare a questo finale.
    L’ottava stagione di Got non è un capolavoro. È uno show spettacolare, con un livello molto basso della sceneggiatura. Non sta a me giustificarlo perché la crew voleva buttarsi su altri progetti.

    Piace a 1 persona

  5. Rispondo qui ai nostri commenti avuti nel blog di Domenico per rispetto della sua richiesta di nn spoiler e mi fa piacere che anche lei ha un blog, cercherò di seguirlo.
    Quello di Gandalf era solo un esempio ipotetico di scelta discostata di molto dall’opera letteraria e grazie della risposta.
    Ho riletto più volte i nostri commenti avuti in questi 2 giorni, Ok separare la serie dai libri ma loro (Benioff e Weiss) nn lo hanno mai detto, se lo avessero dichiarato nn avrei fatto obbiezioni e mi sarei accontentato.
    Ora nn considero i libri (faccio finta che nn esistono) e prendo in esame solo la serie: nn è coerente, beato lei che la vede dico davvero io nn la vedo.
    Questione Daenerys: troppo poco dire che causa Jon, morte 2 draghi e morte amica, lei stermini tutta una cittadina, va bene Cersei ma il popolo nn centrava nulla, per me se fosse andata alla fortezza rossa (dopo le campane) e l’avesse rasa al suolo uccidendo Cersei e chi c’era dentro (Jaime compreso, forse), per poi appollaiarsi sulle macerie della fortezza, fare un discorso superbo e arrogante dicendo frasi del tipo” sono io la vera regina, oggi la dinastia Targaryen rinasce dalle sue ceneri, io ho spezzato il giogo di Cersei” e il popolo avvelenato dalle parole di Cersei avesse risposto “nn vogliamo una straniera a guidarci, hai ucciso tanti innocenti, hai portato i barbari Dothraki nella nostra terra, i Targaryen sono dei folli” se Daenerys avesse optato per il genocidio e distruzione in questo frangente (come abbiamo visto) l’avrei giustificato e accettato alla grande per tutto quello che ha subito aggiungendo pure quello che ha detto lei Federico, lei nella serie uccide il popolo così senza motivo, ok cambiare idea, ma dopo tutta la serie e quanto ha fatto e dimostrato mi pare eccessivo, ha sempre ucciso con una ragione (la strega nella prima stagione perché l’ha resa sterile e reso un vegetale Drogo, uccide Daxos nella seconda perché ha contribuito al rapimento dei draghi, uccide gli schiavisti perché infami e spregevoli, imprigiona i draghi perché pericolosi per il popolo dopo la loro lamentela, uccide i Tarly perché la rifiutano e sono fedeli a Cersei) qui lo ha fatto senza ragione, nn poteva sapere la reazione del popolo dato che nn ci ha parlato e nn ci si è confrontata, se l’avessero rifiutata dopo un discorso, andava benissimo. Pretendo Troppo? Poi Daenerys cambia atteggiamento dalla 6 stagione, alla settima come ho già detto: Yara nn si inginocchia, Jon si deve inginocchiare e di parla di 2 puntate dopo, anche se il primo avviene nella 6 stagione e il secondo nella 7.
    Questione Battaglia Grande Inverno: me li fai vedere come terribili, mortali che assalgono in gran numero e menano come fabbri, la più grande minaccia del mondo, e nella battaglia attaccano le comparse in massa e i principali uno alla volta, questa battaglia dai produttori è stata paragonata al Fosso di Helm (lo hanno detto loro), quindi le faccio un esempio Aragorn nn viene attaccato uno alla volta, ma da più nemici ed è costretto a indietreggiare più volte, i nn morti che hanno il record di corsa attaccano Jon uno alla volta dopo essere stati resuscitati e vanno a rilento prima che venga Drogon a salvarlo (la scena è bella però, lo ammetto). A me l’oscurità in cui avviene la battaglia nn ha dato il minimo problema a differenza di molti.
    Jon si appollaia sulle mura vicino Bran a fare niente (ok controllare Bran) e poteva benissimo dare fuoco lui alle palizzate, no dobbiamo scomodare all’ultimo Melisandre, e poi perché nn dare fuoco alle prime fila di nn morti invece di andare a casaccio, così sarebbero stati rallentati di brutto, a meno che il Re della Notte nn trovava un modo di spegnerle e sarebbe stato giustificabile.
    Re della Notte: è interpretato dallo stesso attore che interpretava Arthur Dayne, il tizio che nella quinta stagione combatte a 2 spade contro Ned Stark giovane, quindi un combattente da paura, avevi la possibilità di un duello epico magari un 5 contro 1, con il Re della Notte che li sconfiggeva tutti Jon compreso dato tutti i faccia a faccia avuti e poi facevi venire Arya a ucciderlo, si risparmiava in scene di battaglia e in comparse, ci risparmiavamo le scene di Jon che scappa da Viserion (si risparmiava la CGI) e magari si faceva morire qualcuno di importante come Brienne o Podrick. La morte di Jorah va benissimo come mostrata, ricorda quella di Boromir.
    Il Re della Notte uccide subito Theon e nn uccide subito Arya? (con tutti quei generali che nn fanno nulla, da dove spunta?) forzato alla grande. A me che la battaglia sia stata combattuta tutta nell’oscurità nn ha dato fastidio per niente, va bene così. Ho preteso troppo? chiedevo solo il duello con il Re della Notte e poteva durare 1 minuto considerando l’aura del personaggio e l’attore.
    La potenza di Drogon: riesce a fare da solo cose che in 2 contro gli Estranei nn hanno fatto, nella serie di Aegon che vedremo mi aspetto che Balerion distrugga città con uno starnuto.
    Altrove mi sono già espresso sullo scontro Jaime vs Euron: scandaloso e incoerente.
    Duello dei Clagane, magnifico, anche se La Montagna si è rivelata una minaccia peggiore del Re della Notte.
    Il finale va bene per quanto accaduto, va bene Bran re, Va bene la morte di Daenerys per mano di Jon, poi il libro giustifica parecchio questo avvenimento (lo so che nn dovevo citare il libro, ma per questo caso era più forte di me, dato che c’è una profezia su Daenerys e i tradimenti) perfetto Drogon che distrugge il trono responsabile della follia della “madre”, bello pure per il fatto che il trono l’ha costruito Balerion e Drogon lo ha distrutto. Di questo nn ho nulla da ridire.
    La mia critica nn va alla serie che per spettacolarità, inquadratura, impegno, recitazione è magistrale, quello che mi ha dato più nervosismo sono state le giustificazioni degli autori, Arya uccide il Re della Notte perché sì e lo avevano pianificato nel 2016, se mi avessero detto che Arya era la morte e doveva uccidere la morte squilibrata rappresentata dagli Estranei, quindi senza controllo, sarebbe stata una giustificazione stupenda e accettabile, loro invece hanno detto perché sì, per loro il Re della Notte nn doveva morire contro Jon, come ho detto prima, almeno una piccola scaramuccia fisica ci doveva essere, nn me ne frega di chi lo ammazza.
    Mi dispiace ma io vedo incoerenza nelle stagioni, cosa che mi ha dato fastidio è la montagna di cadaveri nella battaglia dei bastardi, nn è fisicamente possibile se nn vengono ammassati e nn credo che i soldati prendevano i cadaveri per ammassarli, per il resto è una battaglia stupenda.
    Se lei è soddisfatto va benissimo, ma nn è coerente, per me l’ha visto con molta semplicità, ma va bene anche questo, io purtroppo l’ho vista con pignolaggine come farò con la serie del Signore degli Anelli e ne contesterò le stupidaggini se le vedrò. Di sicuro lei nn aveva aspettative e ha fatto bene, ma io le ho avute e volevo la vittoria degli Estranei sul campo in modo da sconfiggerli dopo con l’inganno, ma va bene ci si passa sopra. La prego mi risponda

    Piace a 1 persona

    1. Ho apprezzato tantissimo questo commento, che é ricco di spunti di riflessione.
      Molte cose “purtroppo” le ho dette in giro commentando su altri blog i loro articoli su GOT.
      Cercando di essere sintetico, sono d’accordo su ogni cosa che ha detto, anche io ho notato tutti quei difetti, specialmente durante la battaglia di Grande Inverno.
      Secondo me é stata spettacolare e me la sono goduta fino in fondo. Purtroppo hanno commesso tantissime ingenuità a livello logico e strategico, il fatto che solo gli eroi siano sopravvissuti combattendo e uccidendo migliaia di non morti fa ridere.
      Però sono rimasto incollato allo schermo e quando il Re della Notte é stato ucciso in quel modo ho esultato.
      Non credo che avrei preferito un epico scontro con Jon, sarebbe stato scontato.
      Credo invece che Arya sia perfetta come eroina che lo uccide. Ripercorrendo all’indietro il suo percorso nella serie, sembra che tutto ciò che ha affrontato l’abbia portata a quel momento. E non mi stupisce che sia in grado di eludere i non morti e di avvicinarsi al Re della Notte, perché è diventata fortissima, quasi disumana dopo l’addestramento a Bravos.
      Pertanto quella scena mi é piaciuta molto, ma, come ho detto in altri commenti, credo fermamente che i produttori abbiano realizzato delle cose che ho apprezzato molto in modo non voluto, non dico casuale, ma quasi. Sono io che li giustifico perché vedo la storia in un certo modo!

      Riguardo a Daenerys invece, é un tema che ho analizzato nel dettaglio, riguardando anche gli episodi delle stagioni precedenti, dove già si manifesta la sua spietatezza. Ella infatti, come ha detto anche lei, uccide le persone con dei motivi validi e credo che il motivo per il quale abbia massacrato i cittadini di Approdo del Re sia altrettanto valido.
      Lei é sola, la sua migliore amica é stata uccisa, il suo amante é in realtà il diretto concorrente al trono, il suo maestro dei sussurri l’ha tradita, il suo mentore morto.
      Inoltre, ha scoperto che la gente di Westeros non la ama e in particolare quella di Approdo del Re si é schierata dalla parte della regina.
      Quindi lei crede che l’unico modo per spezzare la catena sia distruggere tutto, un po’ alla Thanos.
      E legittima questa cosa perché crede fortemente in sé stessa, in ciò che ha fatto, si sente una predestinata.
      Ricordiamoci anche la sua visione nella puntata 10 della seconda stagione.

      Per il resto sono assolutamente d’accordo con lei e la ringrazio ancora per il commento.
      Se non ne vedessi altri me lo dica, WordPress tende a spostare in Spam quelli molti lunghi e non me ne accorgo.

      Mi piace

      1. Ok, che ci ha intrattenuto, siamo stati incollati, ci siamo emozionati, abbiamo discusso, va benissimo e siamo tutti d’accordo è stata bella.

        Per Arya io nn dico che nn va bene ma come è giunta la fine del Re della Notte che mi ha sconvolto (nn so se guardava la WWE, io sì e sono un fan di Undertaker, quando perse a Wrestlemania 30 ci rimasi malissimo ecco è da allora che nn rimango in questo stato), se ci fosse stato uno scontro tra Jon Snow e Re della Notte e facevi vincere il secondo (nn sarebbe stato scontato), poi veniva Arya nn sarebbe stato un problema e nn avrei criticato la scelta.

        Per Daenerys, lei dice spietatezza, io dico follia, sono 2 cose diverse, un sovrano ogni tanto deve essere spietato, le cito una frase di Tywin Lannister (uno dei personaggi migliori del trono di spade) detta nel libro che dice a quel demente di Joffrey:

        “Quando i tuoi nemici ti sfidano, devi rispondere con il ferro e il fuoco. Quando fanno atto di sottomissione, tuttavia, devi aiutarli a rialzarsi. Altrimenti, nessun uomo sarà mai tuo suddito. E chiunque dica “Io sono il re”, non è affatto un vero re. Qualcosa che Aerys non ha mai capito, ma che tu capirai. Quando avrò vinto questa guerra per te, restaureremo la pace del re e la giustizia del re.”

        Daenerys si è sempre dimostrata misericordiosa con chi si sottometteva e dava questa possibilità sempre, qui nn lo ha fatto al popolo, lo ha fatto solo a Cersei (sbagliando), a Meereen lei si rivolge a tutto il popolo, troppo poco quello che le è successo per sfociare nella follia e con la popolazione di approdo del Re nn ci si è confrontata, nn ha avuto un dialogo, poi il massacro subito dai Lannister che si erano arresi e buttato le armi e vengono massacrati è stata aberrante (che centravano loro, servivano Cersei) e come ho detto Daenerys nn ha mai ucciso senza motivi validi, guardi se fosse morto Drogon e lei fosse finita sotto shock e forse impazzita lo avrei giustificato di più. A mio parere è troppo poco quello che le è successo (se fosse accaduto quello che ho detto del popolo che la rifiuta esplicitamente sarebbe stato ok). Allora doveva impazzire anche Arya per quel che ha visto a partire dagli 8/10 anni in poi.

        La sua fortuna Federico è che l’ha guardata con aspettative basse e questo ha giocato ha suo favore, io l’ho guardata con un’altra ottica e ho visto un no sense terribile e molti miei amici lo hanno visto (compresi chi nn ha letto i libri e sono persone che tra loro nn si conoscono), ma va bene se lei è stato soddisfatto sono felice e se lo ha visto coerente davvero beato lei, per me nn è stata per niente coerente e sono stato deluso e imbestialito per le giustificazioni infantili date dai produttori.

        Secondo lei tra 10 anni vedremmo un sequel degli eventi che abbiamo visto? con un Re Bran adulto e tutto il resto?

        Piace a 1 persona

      2. Secondo me il punto é esattamente quello che ha espresso alla fine del commento: le aspettative.
        Le mie non erano basse, ma ammetto che dalla settima stagione ho perso un po’ di attrazione per la serie.
        Poi c’è stata la pausa di due anni che ha rallentato il mio entusiasmo.

        La coerenza dipende dai punti di vista, Daenerys la vedo in un certo modo che mi sembra coerente con il suo personaggio.

        Sul Re della Notte mi é dispiaciuto che sia finita così presto la sua storia, diciamo.
        Per 8 stagioni abbiamo aspettato il suo arrivo oltre la barriera e si é esaurito tutto in una puntata.
        La sua fine mi é piaciuta, ma forse potevano fare un altro episodio lungo, almeno, dedicato agli Estranei, con il senno di poi.

        Infine, un sequel é altamente probabile, dato il finale, data la giovane età degli attori, dato il fatto che usciranno nei prossimi anni i prequel.
        Dopo di loro credo arrivi almeno un sequel

        Mi piace

      3. Per la coerenza, ancora beato lei, anche gli attori hanno manifesta shock per le decisioni prese da Benioff e Weiss, in particolare gli attori di Tyrion, Daenerys e Jon, dimostrano l’incoerenza delle scelte di ciascuno di loro riguardo ai loro personaggi, in particolare i primi 2, fanno certe facce e dichiarazioni.

        Io è vero che sono influenzato dal libro e che una serie (o un film) rispetto al libro devono essere diversi, ma nn completamente, un minimo di coerenza e similitudine tra i 2 ci deve essere come in molti film tratti dai libri, è stato dichiarato che il finale del libro sarà simile, ma il modo in cui ci si arriva sarà diverso, io sono convinto che Ramsay Bolton sarà sconfitto dall’intervento degli uomini della Valle, poi ovviamente il modo in cui ci si arriva sarà diverso, magari anche li Daenerys impazzirà, ma almeno avremo la spiegazione anche perché la serie ha omesso un personaggio (SPOILER) che ha più diritto di lei ha sedere sul trono.
        Probabilmente i fatti salienti saranno simili a meno che Martin nn faccia il gran burlone e per farla pagare alla serie cambia tutto. Stiamo a vedere

        Aspettiamo il libro che è meglio e si fidi che la gente lo comprerà per vedere come doveva essere realmente.

        Per un sequel, lei vede una possibile resurrezione di Daenerys in versione vendicativa che torna per farla pagare a chi l’ha tradita?

        Mi piace

      4. Gli articoli sono diversi, farei un commento chilometrico di URL.
        Le dico i blog di riferimento, che seguo da sempre e reputo molto validi.
        Sono:
        Il lettore curioso
        House Cek
        Serial escape

        Mi piace

  6. Ho dimenticato di dirle che io mi sono alterato molto per la cavalleria, gli immacolati, le catapulte, e altra cosa che mi ha fatto alterare sono stati i preparativi, dovevano essere già pronti alla prima puntata dell’Ottava dato che avevano cominciato le disposizioni all’inizio della settima e poi visto che Grande inverno è la fortezza migliore da difendere già tutti gli eserciti dovevano essere li, nn è vero Ned Umber

    Piace a 1 persona

  7. Le voglio dire un’altra cosa: nn ho mai sopportato l’Aryacentrismo (nei libri mi lasciavano abbastanza indifferente i suoi capitoli), in questa stagione diventa davvero seccante, era il personaggio più protetto e quello che eravamo tutti sicuri che nn morisse e tutti i telespettatori l’hanno amata.
    Come fa a giungere alle spalle del Re della Notte, si è lanciata dal tetto con un salto di 10 metri di lunghezza (nel video che ho linkato nel blog di Domenico al minuto 29:26 mostra tutto l’ambiente in cui si svolge la scena)? sa entrare nelle ombre, ha rubato l’Unico Anello entrando per 2 secondi in un altro universo diventando invisibile? boh. Mi dite addestramento del Dio dai mille volti? Vabbè
    come ha fatto a salvarsi dalla fiammata di Drogon, è ignifuga anche lei?
    un giorno è Arya, un giorno è nessuno, si decidesse una buona volta su chi è. Tutto questo ha pure influenzato il mio giudizio di delusione verso l’ottava stagione.

    Poi sarà un bel personaggio, ok, nn c’è dubbio, ma a me nn piace, sarei stato curioso di vederla al posto di Sansa, di sicuro sarebbe morta dopo 2 giorni.

    Piace a 1 persona

    1. A me Arya piace un sacco, anche se riconosco che è decisamente over powered.
      Potrebbe avere usato il teletrasporto stile Dragonball o avere usato l’Unico, chi lo sa!
      A parte gli scherzi, nonostante le sue note capacità, quella scena potevano gestirla meglio

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...