jamie lannister pop

Perché guardare il Trono di Spade

La serie è ora finita. Quasi tutti i tuoi amici l’hanno vista mentre tu non hai nemmeno guardato una puntata. Oppure hai iniziato a seguire la serie e l’hai abbandonata.

Per te, ecco una lista di motivi, concisa e SENZA SPOILERS, per guardare il Trono di Spade:

  • Se ti piace il fantasy, amerai la grande varietà di creature che popola il Trono di Spade, dai draghi, ai non morti
  • Allo stesso modo, se ti piace il Medioevo, Il Trono di Spade è forse la serie fantasy che meglio descrive la realtà medioevale, specialmente l’aspetto del popolo: povero, senza prospettive e in balia degli eventi.
  • E che dire dei combattimenti? Sono epici, sia negli scontri diretti fra i personaggi, sia per quanto riguarda le battaglie.
    Esistono degli episodi interamente dedicati a una battaglia, roba da non credere.
  • La trama del Trono di Spade è uno dei punti forti, è ricca di colpi di scena, ben intrecciata e ti lascia sempre con un punto interrogativo su ciò che accadrà in futuro.
  • I personaggi sono tantissimi, curati nei minimi dettagli, specialmente psicologici. Alcuni li ami, altri li odi e scoprirai che quasi nessuno spettatore la pensa come te.
  • Le storie d’amore ci sono, anche se la maggior parte sono incentrate su un aspetto puramente fisico. In molti guardano la serie anche per questo!
  • Gli effetti speciali sono eseguiti alla perfezione, non noti l’intervento digitale. I draghi sono i migliori che abbia mai visto su uno schermo.
  • I dialoghi sono ricercati, nessun personaggio parla a vanvera. Ogni discussione, ogni situazione, ha delle ripercussioni. Si seguono benissimo, i migliori sono quelli che riguardano gli intrighi o la diplomazia. Non troverete niente di simile in nessun’altra serie tv.
  • I costumi sono eccezionali, curati nei minimi particolari e tipici di ogni fazione o popolo. Ogni personaggio è ben caratterizzata anche da questo punto di vista.
  • La colonna sonora è unica, molti conoscono la sigla indipendentemente dall’avere visto il Trono di Spade, ad esempio. Alcuni brani sono indimenticabili.

  • La serie ti permette di provare un misto di emozioni forti, dalla gioia al dolore. Sicuramente è impossibile rimanere apatici di fronte a certi eventi.
  • Il mondo del Trono di Spade è complesso e descritto nei minimi dettagli, dalla mappa, alle razze, alla storia dei popoli e delle Nazioni.
    Se ti dicessero che è reale ci crederesti.

Gli unici due motivi per cui non mi sento di consigliarvi la serie sono i seguenti: ci sono tante stagioni, se non riuscite a seguirla con continuità vi potreste perdere, specialmente se non siete dei fan accaniti del fantasy.
Il secondo motivo riguarda la lentezza di alcune puntate, che può sfociare in noia.
Lo schema tipico di ogni stagione è: alla prima puntata si capisce quale sarà il tema costante della stagione stessa, visto che emergono i vari elementi che la comporranno. In tutte le altre puntate i temi, le trame, si sviluppano. Nella puntata finale si chiude il cerchio. Pertanto le puntate che stanno fra la prima e l’ultima possono essere noiose a tratti. Specialmente l’ultima stagione soffre di questo problema.

Concludendo, il Trono di Spade è una serie ben realizzata, che si discosta in parte dai libri di Martin. Non c’è alcun dubbio che sia la serie televisiva fantasy più curata e meglio riuscita al momento. GOT è anche quella che ha ottenuto più successo, un motivo ci sarà!

Potete acquistare tutte le stagioni del Trono di Spade, da Amazon, a questo prezzo molto basso

Per maggiori informazioni sul Trono di Spade, leggete questi miei articoli:

Se hai un sito web, ti consiglio di passare a SiteGround, la migliore piattaforma self-hosted al mondo 

Se non riesci a seguire il mio blog da WordPress, puoi farlo:

Al prossimo articolo!

34 comments

  1. Le prime stagioni le ho trovate favolose, le ultime erano meno interessanti a mio avviso.
    Potevano gestire meglio alcuni personaggi e avvenimenti rendendo più innovativa la serie: non ho apprezzato alcune decisioni. Comprendo che l’essersi trovati, improvvisamente, senza materiale su cui lavorare (visto che Martin non si decide a scrivere…) può essere stato un problema, ma le ultime due stagioni mi hanno davvero delusa.

    Liked by 1 person

    1. Le decisioni prima o poi dovevano prenderle, ci sta che non ti siano piaciute. Anche io preferivo che qualche personaggio fosse trattato diversamente…
      Sicuramente l’assenza di Martin ha contributo, anche se da quello che so ha collaborato con la serie, specialmente per quanto riguarda il finale

      Liked by 1 person

  2. Fino alla quarta stagione il trono di spade segue, tranne in alcuni casi, i libri di Martin. Con la quinta stagione il materiale originale inizia a scarseggiare e gli showrunner iniziano a cambiare la gestione della storia. Infatti la gestione delle vicende del nord come il matrimonio di Sansa con rasmey non è mai avvenuta nei libri. Sansa è felice a nido dell’aquila mentre rasmey sposa una ragazza del nord che viene fatta crede di essere Arya. La stagione poi finisce come l’ultimo libro scritto da Martin con la Jon accoltellato dai confratelli a terra morente sulla neve del castello nero. Martin ha sempre parlato di un finale simile ma con un percorso diverso tra serie e film. il finale dei libri è della serie per la propria strada

    Liked by 2 people

      1. Senza ogni dubbio le prime quattro stagioni sono migliori come coerenza della storia. Capisco che gli showrunner con la mancanza dei nuovi libri sono stato costretti a prendere una nuova strada per il proseguimento della serie ma da lettore dei libri gli contesto la gestione di Dorne che nei libri è una delle parti più belle. Era meglio non metterla nella serie se poi dovevano farla così male. Stavano distruggendo anche Jamie lanister che nei libri ha un vero cambiamento e si distacca dalla sorella molto prima. Nonostante questi e altri difetti ringrazio la sesta stagione per averci regalato la battaglia dei bastardi e il finale di stagione con due puntate che hanno fatto la storia delle serie tv.

        Liked by 1 person

        1. Ecco la parte su Dorne non l’ho digerita anche io, davvero una delle mie parti preferite trattata piuttosto maluccio, per il resto direi che è stato fatto un buonissimo lavoro, anche in assenza dei libri di Martin, tra poco vedremo finalmente come si concluderà il tutto

          Liked by 2 people

  3. Non hai idea dei capricci che ho fatto prima di iniziarla: non ne volevo sapere! Poi ho visto controvoglia il primo episodio, pensando che l’avrei mollata subito, e me ne sono innamorato! Ho divorato tutte le prime tre stagioni in pochissimo tempo, e mentre aspettavo che ne uscisse ancora ho letto i libri nell’arco di un’estate.

    Mi accodo a quello che hanno già scritto altri: fino alla quarta stagione è una gran serie, poi inizia un declino evidente, un po’ a causa dei libri (Il banchetto dei corvi e La danza dei draghi sono troppo lunghi, privi di avvenimenti e generalmente abbastanza noiosi) e un po’ a causa degli autori, che, secondo me, in certi casi non avevano ben chiaro dove andare a parare.

    Resta comunque una delle serie più importanti degli ultimi anni, e una delle migliori, anche. Non vedo davvero l’ora di sapere come finisce, e soprattutto se ho ragione: secondo me alla fine nessuno siederà sul Trono perché verrà distrutto.

    Ps. ringrazio Martin per avermi fatto capire, dopo tanti anni in cui ho studiato storia, come funzionasse davvero il feudalesimo!

    Liked by 1 person

    1. Ahahaha la fine del tuo commento é bellissima, potresti fare un articolo su studenti.it 😂
      Però sí, gli autori hanno sbagliato qualcosa, ma é impossibile accontentare tutti. Non me la sento di criticare Il Trono di Spade per la trama, visto che nessuna serie fantasy si avvicina dal punto di vista della bellezza

      Like

  4. Sono d’accordo sui punti di forza. Sugli aspetti negativi un po’ meno. Anche il più noioso episodio di Game of Thrones per me è molto meno lento di tante serie acclamatissime. Non li capisco quelli che si lamentano della lentezza di Got. Cioè se ti lamenti di Got praticamente non puoi vedere nessuna serie prodotta dopo il 2009/2010 ahah.

    Liked by 1 person

  5. Allora, tenendo fede alla mia promessa fatta tempo fa, provo anche io a dire la mia sul Trono di Spade, dopo aver finalmente terminato di vedere tutte le serie. Giudizio sintetico: bellissimo, complimenti agli sceneggiatori! Giudizio analitico: contrariamente ai tanti pareri negativi che ho sentito in giro sull’ultima serie, devo ammettere che, personalmente, la considero come la degna conclusione di tutta la saga. Posso capire che qualcuno abbia trovato triste che sia stato proprio John ad uccidere la bella Daenerys e che quest’ultima si sia trasformata in una versione femminile del folle padre…tuttavia, inutile negarlo, i sintomi della sua «pazzia» e del suo carattere vendicativo e sanguinario erano distribuiti lungo tutte le serie, divenendo sempre più frequenti man a mano che ci si avvicinava alla fine. Più che altro mi dispiace per Jaime Lannister, perché il suo personaggio sembrava essere diventato più maturo e «positivo» con il trascorrere delle serie…Per il resto, posso aggiungere che le serie mantengono una loro coerenza interna; specifico che non ho letto i romanzi di Martin, quindi non sono in grado di fare paragoni in tal senso. Si tratta, ad ogni modo, di una serie fantasy che consiglierei senza esitazione: al netto di qualche scena di sesso e di violenza un po’ estreme (tanto per dirne una, la terribile morte del principe di Dorne nel duello contro la Montagna) resta una delle migliori serie prodotte negli ultimi anni.

    Liked by 1 person

    1. Grazie per avere recuperato il mio articolo e averlo letto! In questi giorni non sono molto attivo, ho visto che hai pubblicato qualcosa e non sono ancora riuscito a leggerlo.
      Per il resto, riconosco le tue parole nelle mie. Sono contento che ti sia piaciuto e vedo che anche tu hai notato diversi aneddoti che portano complessivamente ad apprezzare la serie.
      Non é da 10 complessivamente, ma GOT é un capolavoro indiscutibile e indelebile nella storia del cinema

      Liked by 1 person

Rispondi

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: