ragazzo disperato

Élite: trama e recensione di una serie tv educativa

Élite è una serie che mi ha colpito nel profondo, sotto diversi punti di vista. Infatti, nel suo essere cruda in ogni aspetto, dipinge una realtà surreale, quanto reale, che rispecchia l’ambiente giovanile odierno, con i suoi pregi ed i suoi difetti.

La trama

Élite è ambientata in un liceo internazionale spagnolo, frequentato ovviamente da ragazzi le cui famiglie sono incredibilmente facoltose. L’equilibrio all’interno di una classe “VIP” salta nel momento in cui tre ragazzi di umili origini vincono una borsa di studio e si aggregano ai loro nuovi compagni. Questo sconvolgimento all’apparenza irrisorio scatenerà un susseguirsi di eventi catastrofici e inimmaginabili, trasformando i minorenni in delinquenti, chi più, chi meno.

La serie racconta quindi i legami tra i ragazzi, sia all’interno della classe, sia al di fuori. Niente è come sembra realmente e ognuno, di fatto, porta l’acqua al proprio mulino. Alleanze, sfide, giochi di potere, odio, vendette, bramosia, sono alcune delle parole chiave che mi vengono in mente quando penso al crogiolo di ingredienti presenti in questa serie, che definirei oltremodo piccante.

Tutti i pregiudizi saltano

Ho amato questa serie per la sua capacità di raccontare la storia di persone totalmente diverse da loro per razza, cultura, credo religioso, preferenze sessuali, senza sfociare nel buonismo, che mi fa venire il voltastomaco. Per una volta, ho visto una serie totalmente politically correct in quanto presenta ogni caratteristica del genere umano, essendo al contempo totalmente politically scorrect per ciò che mostra. Infatti, anche dentro al personaggio più buono dell’universo si cela un lato che posso definire oscuro, il quale è presente realmente in ognuno di noi. Infatti, nessuno di noi è perfetto, cosa che Élite ci grida a gran voce e ognuno va accettato per quello che è.

Una serie scioccante

Élite è a primo impatto scioccante. Infatti, tutto ciò di negativo che vi possa venire in mente all’interno di un ambiente adolescenziale, accade. Violenza, criminalità, lussuria, sono solo alcuni degli ingredienti di questa serie tremendamente emotiva. Impari a conoscere i personaggi sino al midollo e, nonostante alcuni compiano terribili azioni, inizi a giustificarli, in quanto basta un secondo per trasformare una vita sulla carta perfetta in un dramma epocale.

Una serie che genitori e ragazzi dovrebbero vedere

Élite è vietata ai minori di quattordici anni e sono totalmente d’accordo. Sono anche convinto che ogni ragazzo dovrebbe vedere questa serie, compresi i genitori. Questo perché tutte le raccomandazioni che i genitori sono soliti fare ai ragazzi quando si approcciano al complesso mondo delle scuole superiori sono racchiuse in questa serie. Come ho anticipato, accade veramente di tutto e credo che per comprendere alcuni aspetti della vita essi vadano visti. Per fase un esempio, la serie mostra come la droga possa dare euforia e gioia e al contempo distruggere un ragazzo in pochissimo tempo. Mostra come il cancro sia ormai una croce che purtroppo molti ragazzi devono portare. Posso fare decine di esempi.

Élite è tremendamente reale. Ciò che mi ha più colpito è il discorso che uno dei ragazzi fa alla fine della terza stagione (l’ultima uscita), il quale ruota attorno a questo concetto: quando vivi una vita sbagliata, ricca di problemi e di negatività, arrivi ad un punto in cui sei veramente stufo di andare avanti su quella strada e ti fermi, perché non ce la fai più.

Non voglio fare il moralista, cosa che odio, ma è innegabile che i ragazzi, non solo nel 2020, abbiano una tendenza autolesionista nell’avere esperienza del mondo, perché gli manca ancora normalmente l’equilibrio personale. La curiosità è bellissima, così come il desiderio di sperimentare sempre qualcosa di nuovo, ma bisogna avere l’accortezza e la forza di sapersi fermare, cosa che non tutti hanno. Élite, per contrappasso, ti insegna ad avere questa forza, perché vedi con i tuoi occhi cosa succede se non ce l’hai. Ecco perché tutti i ragazzi e i genitori dovrebbero vederla.

Conclusioni

Concludo dicendo che dal punto di vista educativo questa serie è perfetta. Per me educare non significa dire quello che non bisogna fare, cercando di spaventare la persona da formare. Invece, credo sia necessario mostrare perché non bisogna fare qualcosa, quali siano le reali conseguenze. Ringrazio Élite per la sua capacità riassuntiva chiara, efficace e reale.

Qui puoi acquistare il mio libro “Bellator Est Lux” in formato cartaceo 📕 
Qui puoi acquistare il mio libro “Bellator Est Lux” in formato ebook 📱

Articoli correlati:

Se hai un sito web, ti consiglio di passare a SiteGround, la migliore piattaforma self-hosted al mondo 

Se non riesci a seguire il mio blog da WordPress, puoi farlo:

Al prossimo articolo!

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: