Silmarillion Tolkien book

Il Silmarillion: recensione, riassunto e spiegazione – parte 17 – Akallabêth – la caduta di Númenor

Se ti fossi perso il precedente capitolo, lo trovi qui: Il Silmarillion: recensione, riassunto e spiegazione – parte 16 – La Guerra dell’ira

AKALLABÊTH
(La caduta di Númenor)

Parte 1

Dopo la distruzione del Beleriand a causa della Guerra dell’Ira, I Valar concessero agli Uomini che avevano combattuto contro Morgoth una nuova terra: Númenor. Si tratta di una grande isola a cinque punte, ubicata tra la Terra di Mezzo e Valinor. Oltre a questo dono, i Valar concessero una vita più lunga a questi uomini “eletti”, insieme a un notevole ingegno e grandi risorse per svilupparsi. Così fu, infatti. In poco tempo, Númenor divenne una potenza economica e militare, soprattutto navale.

I Númenóreani prosperarono, costruirono grandi città e un templio dedicato a Eru al centro dell’isola. Erano infatti molto devoti ai Valar per i doni che avevano ricevuto.
Il loro primo re fu Elros, fratello di Elrond, che optò per una vita mortale. Elros visse per 500 anni e il suo regno fu florido. Durante questo periodo, i Númenóreani si espansero verso la Terra di Mezzo, investendo prima in rotte commerciali con gli Elfi, poi creando degli avamposti e infine delle grandi città, come Pelargir e Umbar.

Tuttavia, era loro vietato espandersi verso ovest, in quanto i Valar non volevano che raggiungessero le terre immortali e fossero tentati proprio dal dono dell’immortalità. Ma i Valar non vietarono il processo opposto, ossia gli Elfi di Valinor potevano commerciare e recarsi a Númenor, che in questo modo prosperò sempre di più.

Questo panorama idilliaco iniziò a sfumare quando i Númenóreani divennero gelosi dell’immortalità degli Elfi, pensando di recarsi a Valinor per avere questo dono, nonostante fosse loro assolutamente vietato. Alle orecchie dei Valar giunse questo malcontento e ammonirono i Númenóreani, che tuttavia rimasero principalmente della loro opinione.

Riporto un estratto preso dal discorso più bello di uno dei messaggeri degli Elfi: “Ma all’inizio la morte non è stata concepita come una punizione. Morendo, voi sfuggite al mondo che lasciate, non gli siete legati nella speranza o nell’ambascia. Chi di noi dunque dovrebbe invidiare gli altri?” Si tratta di un discorso che condivido pienamente. Nel cuore di ogni uomo si cela il desiderio di vivere per l’eternità ma, come sottolineano gli Elfi, siamo sicuri che sia proprio del tutto conveniente? Io mi sarei accontentato di una lunga vita mortale, ma i Númenóreani no…

Così, nei regni successivi a quello di Elros, i Númenóreani accrebbero il loro potere e la loro potenza, creando un’armata ineguagliabile e colonizzando le coste della Terra di Mezzo, da nord a sud. In questo periodo, si formarono due schieramenti: i Fedeli o Amici degli Elfi e gli Uomini del Re, ostili nei confronti dei Valar. I primi erano nettamente inferiori di numero e con il tempo divennero sempre meno.

Durante l’espansione di Númenor, comparve sulla scena della Terra di Mezzo una nuova figura: Sauron. Egli si stabilì a Mordor e fece costruire Baraddûr, radunando intorno a sé una folta schiera di esseri malvagi, tra cui gli Orchi. Sauron espanse enormemente il suo dominio, ma rimanendo in guardia. Infatti, conosceva la potenza di Númenor e voleva assolutamente evitare ogni tipo di scontro, che a un certo punto divenne inevitabile.

Intanto, a Númenor la situazione si faceva sempre più grigia: Ar-Gimilzôr, ventunesimo re di Númenor, proibì l’uso della lingua elfica e proibì lo sbarco degli Elfi di Valinor sull’isola. Inoltre, l’Albero Bianco (il cui frutto ha dato vita proprio a quello che si trova a Minas Thirith) iniziò a deperire.

La sorte di Númenor sembrò migliorare con il regno di Tar-Palantir, che comprese la necessità di tornare sulla retta via. Tuttavia, la sua morte prematura, in assenza di figli, gettò il regno nel caos. Míriel, sua figlia, era la legittima erede al trono, ma Pharazôn, il più grande condottiero dei Númenóreani, colse l’occasione per salire al trono, sposando Míriel e proclamandosi Ar-Pharazôn.

Questo fu l’inizio della fine di Númenor

Puoi continuare a leggere la storia qui: Il Silmarillion: recensione, riassunto e spiegazione – parte 18 – la distruzione di Númenor

Per avere più informazioni su Númenor, non posso che consigliarvi di seguire questo sensazionale blog, dove troverete infinito materiale, di altissima qualità.

Potete acquistare il Silmarillion su Amazon tramite questi link:

Se hai un sito web, ti consiglio di passare a SiteGround, la migliore piattaforma self-hosted al mondo

Per saperne di più sul mio progetto Legends Of Arda, dove troverai molte immagini per meglio comprendere la mitologia di Tolkien, clicca sotto:

Qui puoi acquistare il mio libro “Bellator Est Lux” in formato cartaceo 📕 
Qui puoi acquistare il mio libro “Bellator Est Lux” in formato ebook 📱

Se siete interessati ai miei articoli sul mondo creato da Tolkien, date un’occhiata sotto:

Se non riesci a seguire il mio blog da WordPress, puoi farlo:

Al prossimo articolo!

6 commenti

  1. Ottimo articolo! Grazie per avermi citato! Forse – se posso permettermi – avrei speso qualche riga in più sul fatto che almeno per 1500 anni i Numenoreani guardavano agli Uomini della Terra di Mezzo con simpatia e che fu solo dopo la loro grande vittoria contro Sauron, nella prima guerra combattuta a fianco degli Elfi, che iniziarono a comportarsi da «oppressori» e non più consiglieri. Comunque, considerato che si tratta di un riassunto, va bene così. Bellissima la frase che hai citato dell’ambasciatore elfico…Ah, dimenticavo! I Numenoreani capivano quando erano sul punto di morte e potevano entrare volontariamente in coma – diremmo oggi – e morire senza sofferenze…chi meglio di loro? A presto!

    Piace a 1 persona

Rispondi a saurongorthaur Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: