navigatore

Waze vs Google Maps: qual è il miglior navigatore gratis?

Il navigatore è diventato uno strumento essenziale per muoversi nel mondo. E ormai le persone non ricercano solamente il percorso migliore per raggiungere una destinazione, ma si aspettano dal proprio navigatore il maggior numero di informazioni possibili in merito al tragitto da percorrere e in tempo reale.

Inoltre, il navigatore deve essere uno strumento gratuito, in grado di essere scaricato facilmente sui dispositivi mobili e di essere connesso alla propria autovettura con altrettanta facilità.
Sia Google Maps che Waze rispondono a queste caratteristiche, ma vediamo nel dettaglio quali sono le differenze tra i due strumenti e quale consiglio dopo diversi anni di esperienza su entrambi.

Waze

Waze è un’applicazione disponibile da diversi anni su tutti gli store, ma ancora sconosciuta a molti. Infatti, Google Maps è sicuramente più nota e utilizzata, ma siamo sicuri che sia migliore?

Vediamo l’elenco delle caratteristiche di Waze che Google Maps non ha:

  • Waze fornisce la velocità di percorrenza in tempo reale, segnalando anche quando tale velocità supera i limiti consentiti su un determinato tratto stradale. I limiti sono altrettanto precisi: Waze è sensibile ai lavori e rispetto alla velocità consentita ti puoi fidare.
  • Waze segnala autovelox, rossi semaforici, la presenza di polizia, di incidenti, di auto ferme, di strade chiuse, di lavori in corso… Insomma, hai veramente la percezione di ciò che sta accadendo in tempo reale su tutto il tragitto che devi percorrere. Questo è veramente utile, anche perché Waze, in autonomia, cambia il percorso favorendo il tuo arrivo nel minor tempo possibile. Devo dire che ci azzecca al 99% ed è molto affidabile, soprattutto se come me devi lottare contro il traffico e gli imprevisti ogni giorno.
  • Waze è sensibile alla ZTL. Per andare in centro città, Google ti fa certamente prendere la multa, mentre Waze ti segnala immediatamente le zone di ZTL suggerendoti anche percorsi alternativi con i parcheggi più vicini, a pagamento e non.
  • Waze è l’emblema del prosumerismo: ogni utente è produttore di contenuti e consumatore allo stesso tempo. Infatti, mentre sei alla guida puoi segnalare agli altri utenti cosa sta succedendo, per esempio puoi segnalare un incidente. E quando un altro utente passa dalla stessa zona può confermare o non confermare l’alert. Personalmente trovo molto comoda questa funzionalità, anche se consiglio prudenza quando si segnala agli altri.
    Waze consente anche di creare dei contenuti, per esempio un’area di parcheggio ancora non presente sulla mappa, a pagamento e non.
  • Waze consente di personalizzare il proprio avatar e di vedere gli altri wazer in tempo reale su strada. Personalmente non sono interessato a tale funzionalità, ma ad altri potrebbe piacere.
  • Waze cerca di farti risparmiare sui pedaggi, consigliandoti le strade alternative all’autostrada e segnalandoti anche quanto costa di autostrada un determinato percorso.
  • L’interfaccia di Waze è più precisa di quella di Google a mio avviso, quindi quando ti trovi di fronte a svincoli mai visti o ad incroci complicati riesci a imboccare la strada giusta. Con Google rischi di sbagliare.
  • Waze è sensibile all’utilizzo del telefono alla guida e lo inibisce, costringendoti a fermarti qualora lo volessi utilizzare.
  • È possibile personalizzare la lingua e la voce del navigatore.
  • Waze si collega bene a Spotify.
  • Waze ti consiglia anche l’orario migliore per partire. Utile per esempio nel periodo delle vacanze estive.

Google Maps

Vediamo l’elenco delle caratteristiche di Google Maps che Waze non ha:

  • Google Maps ha una grande versatilità in funzione del mezzo di trasporto. Infatti, a differenza di Waze che contempla solamente l’auto come mezzo di trasporto, Google Maps prevede anche lo spostamento tramite bus, treni, metropolitane… E anche a piedi. I tempi di percorrenza sono coerenti e anche i percorsi sono ottimali. Google riesce a consigliarti esattamente cosa fare per raggiungere una determinata meta, illustrandoti per esempio le fermate di bus più vicine a te con gli orari precisi di passaggio dei mezzi, fornendo più opzioni.
  • Google Maps valuta anche la qualità del tragitto in termini di condizioni stradali. Mi è capitato più volte che Waze, in condizioni di strade di campagna, mi facesse affrontare dei percorsi da film d’azione per portarmi sulla strada più veloce. Talvolta questi percorsi, più veloci anche solo di qualche minuto, sono estremamente pericolosi. Google Maps non li consiglierebbe mai.
  • Google Maps non ha contenuti pubblicitari. Su Waze compaiono quando la macchina è ferma ai semafori, per esempio, a meno che non si abbia la versione premium dell’app, a mio avviso non utile in quanto non aggiunge niente alle funzionalità di base.
  • A livello di consumo di dati cellulare le due applicazioni si equivalgono più o meno. Tuttavia, quando il campo è pressoché nullo, Google riesce a funzionare ugualmente, a differenza di Waze.

Conclusioni

Per spostarsi in auto in città o per fare dei viaggi più o meno lunghi su strade abbastanza trafficate, Waze è senza alcun dubbio la scelta migliore.

In tutte le altre casistiche, Google Maps rimane la scelta migliore. Se Google Maps integrasse le maggiori funzionalità di Waze, sarebbe il navigatore perfetto. Non capisco perché non le abbiano ancora implementate a distanza di anni e non vedo l’ora che siano disponibili. Ultimamente ci sono stati dei miglioramenti rispetto al traffico in tempo reale, ma da questo punto di vista Waze rimane estremamente più affidabile.

Pertanto, per viaggiare in auto uso quasi sempre Waze, altrimenti Google Maps.

Articoli correlati:

Se non riesci a seguire il blog da WordPress, puoi farlo:

Al prossimo articolo!

6 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: