Problema Google-Huawei, cosa cambia?

Fortunatamente non cambia nulla nell’immediato, anche io posseggo un telefono marcato Huawei.
Purtroppo, la guerra digitale che coinvolge il colosso cinese penalizzerà noi utenti, specialmente da quando Google ha annunciato che intende non aggiornare più le app su Huawei. Nella pratica, significa che i modelli attuali diventeranno lenti e con il tempo inutilizzabili, mentre quelli nuovi non avranno più valore.

Fino al 19 agosto, Google ha assicurato che continuerà ad aggiornare le app, visto il panico di tutti coloro che usano Huawei.
Poi non si sa cosa succederà.
Sicuramente acquistare adesso un telefono Huawei è una mossa sbagliatissima, mentre potrebbe essere furbo acquistare un telefono di altra marca se si intende cambiarlo.
Questo perché l’uscita dal mercato di una marca così importante e competitiva comporterà sicuramente un rincaro dei prezzi delle altre, che ne approfitteranno per fare cassa. 

Non voglio entrare in discorsi diplomatici e politici che non mi appartengono.
Sicuramente questa mossa è stata molto astuta, perché ha permesso di liberarsi di una delle marche più valide e competitive che ci siano, almeno, se la situazione proseguirà in questo modo.
Di marche di telefoni ne ho provate parecchie e con Huawei ho avuto l’esperienza migliore…

Se non riesci a seguire il mio blog da WordPress, puoi farlo:

Al prossimo articolo!

10 thoughts on “Problema Google-Huawei, cosa cambia?

  1. La Cina ha due armi per rispondere alle sanzioni esercitate da Trump: debito pubblico statunitense sul quale esercita un controllo strategico e terre rare, delle quali il sottosuolo cinese è particolarmente ricco. Certo, al momento è difficile comprendere cosa succederà al mercato cinese…

  2. Anche io ho uno Huawei e mi chiedo se mi dovrò trasformare in una sorta di smanettone della tecnologia, per non cambiare il cellulare quando scoppierà il patatrack 😛
    Mah, vedremo come si assesterà la situazione – immagino che qualche soluzione salterà fuori.

    1. Siamo sulla stessa barca allora 😁
      Penso che la soluzione più semplice sarà pagare una sovrattassa a Google (sia da parte di Huawei, sia da parte degli utenti), che permetta il continuo degli aggiornamenti e similari

      1. Il problema è più a monte: se ho capito bene, per vendere la tecnologia alla Cina, le aziende americane devono ricevere autorizzazione al governo USA.
        Per ogni acquisto…

Rispondi