Fantascienza

Transformers, dalle stelle alle stalle

Ecco il mio primo articolo relativo al mondo della fantascienza!

Ed ecco una saga che è stata rovinata dalla voglia di fare soldi e di non concludere un ciclo.

I film di Transformers sono 5 (purtoppo) e sono tratti da una serie a fumetti prima e da una serie di cartoni poi.
I film sono:

  1. Transformers.
  2. Transformers la vendetta del caduto.
  3. Transformers 3.
  4. Transformers 4, l’era dell’estinzione.
  5. Transformers, l’ultimo cavaliere.

 

Che dire, i primi due film sono magnifici. Il regista, Michael Bay, ha dato il meglio di sé.
La trama è intrigante e non banale. I personaggi sono ben presentati ed il cast recita in modo eccellente (basti pensare al protagonista impersonato da Shia Labeouf).
L’ironia è presente continuamente, in certi casi è volgare, ma non è mai forzata, cosa che non si può dire per gli altri film.
Ci sono infatti alcune battute squallide nel resto della saga ed il protagonista degli ultimi due film, Mark Wahlberg, che prende il posto del grande Shia, ha l’espressione del “devo fare ridere a tutti i costi”, ma si vede che non è nel suo DNA.
Per non parlare delle scene d’azione… Sono fatte tanto per e l’attore non è adatto a trasmettere l’adrenalina che ti può trasmettere un Tom Cruise o un Daniel Craig.
Lo stesso Shia Labeouf è bravo nelle scene d’azione.
Interpreta il teenager sfigato, dotato però di un grande cuore e di un grande coraggio. Le sue azioni sono motivate e in certi casi disperate (nel terzo film però già si notano delle incongruenze, l’ultimo in cui Shia ha recitato).
Mark invece sembra che debba andare a fare una passeggiata nei boschi, quando magari la Terra sta per essere distrutta e lui si trova in situazioni dove è quasi impossibile sopravvivere.

Visto che non voglio fare un trattato sui film, cerco di riassumere cosa è funzionato fino a un certo punto e quali sono i fattori che hanno provocato il declino della saga.

Prima due parole sui Transformers: sono degli organismi alieni in grado di cambiare forma a loro piacimento, copiando un qualsiasi oggetto. Quelli sulla Terra copiano specialmente dei mezzi di trasporto, che vengono potenziati nel momento in cui il Transformer si trasforma appunto. Ad esempio Optimus Prime, il protagonista alieno della saga, copia un camion ed assume le sue sembianze. Quando si trasforma è un ibrido fra una forma umana e un camion, munito di qualsiasi super arma che possa venire in mente (cannoni fotonici, mitragliatrici con colpi infiniti, missili, spadoni…).

Nei primi due film della saga, dove come ho già detto la trama è lineare e scorrevole, i Transformers sono facilmente riconoscibili, con una precisa personalità.
Andando avanti nei film, essi cambiano sia aspetto, che personalità, in modo troppo semplice. Alcuni scompaiono proprio.
Optimus Prime, che per quattro film incarna l’eroe disposto a sacrificare la sua vita, nell’ultimo film è bipolare.
Per non parlare di Megatron, il cattivo della saga.
Nei primi due film è forte e intimidatorio, nei restanti o è scarsissimo o è praticamente buono. Inoltre muore e resuscita in circostanze misteriose più di una volta.

I personaggi umani non sono esenti da critiche. Per i primi due film tutto fila liscio. Dal terzo iniziano i problemi.
Tutto è dovuto al fatto che Megan Fox, la quale nel film è la ragazza di Shia Labeouf, ha lasciato la saga.
Per chi non lo sapesse, nei film Shia Labeouf ha fatto di tutto per conquistarla e alla fine del primo ci è riuscito. Nel secondo ha fatto di tutto per difenderla. Nel terzo Megan non c’è più e il film inizia con Shia che ha già un’altra ragazza, che è priva di personalità.
È come se nel sesto episodio di Star Wars Leia non ci fosse più e Han Solo avesse una nuova ragazza dall’inizio del film.
Diciamo che ci rimani molto male, visto che i primi due film sono incentrati su quella coppia che a un tratto scompare.

Rimanendo in tema di scomparse illustri, Shia non c’è più dal quarto film.
Non è una cosa da poco, visto che lui ha stretto un fortissimo legame con i Transformers e non viene nemmeno approfondito il discorso del perché scompare.
Persino nelle serie tv della RAI se un personaggio non partecipa più alla saga ti viene data una coerente motivazione. Non puoi fare finta di nulla in un colossal.

Facendola breve, dal quarto film i personaggi e il cast sono superficiali , non ti appassionano e mentre prima la trama aveva un significato, scompare del tutto.
I film sono solo azione, esplosioni a caso, scene a rallentatore, scontri infiniti dove guarda un po’, in extremis vincono i buoni.

Ecco perché vi consiglio di vedere fino al secondo e basta, di godervi le canzoni dei Linkin Park alla fine del film, rimanendo con un bel ricordo di Transformers.

 

Categorie:Fantascienza

Con tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...